SERIE B, ASCOLI – CITTADELLA 2-1

Vittoria importante e meritata dell'Ascoli in rimonta sul Cittadella

Succede di tutto al Del Duca in una partita che si prevedeva difficile e combattiva tra due squadre che hanno fin ora espresso un ottimo calcio in un torneo cadetto molto equilibrato.
Ascoli con il modulo speculare 442 si affida alla coppia d'attacco Cacia – Favilli, lasciando in panchina il gioiellino Orsolini. Cittadella che si presenta con un modulo più spregiudicato con il trecquartista Chiaretti ad affiancare gli attaccanti Litteri e Arrighini.

Pronti via e subito una grande occasione per l'Ascoli. Felicioli dopo soli 60 secondi si divora il gol del vantaggio a due passi dal portiere del Cittadella Alfonso. Risposta del Cittadella che al 6' colpisce il palo con Chiaretti. Al 22' si infortuna Augustyn che costringe al primo cambio il mister Aglietti. Al suo posto il francese Gigliotti. Grande parata di Alfonso al 25', protagonista di giornata, su Favilli che colpisce di testa un cros di Mignanelli. Al 43' la svolta: espulso per doppia ammonizione Iori che lascia in 10 la squadra veneta, ma a pochi secondi dalla fine del secondo tempo Balzania, in buona posizione in area, calcia alto sopra la traversa.

Il secondo tempo che si prospetta destinato ad una sola porta, invece, inizia con un episodio inverosimile. Fischiato un rigore inesistente per fallo di mano di Almici al 51' per il Cittadella che realizza con Litteri. Con il Cittadella in vantaggio e un uomo in meno, diventa difficile per l'Ascoli ribaltare il risultato, ma l'assedio comincia da un gol annullato per fuorigioco a Cacia al 60'. la svolta della partita avviene due minuti più tardi: entra Orsolini al posto di Felicioli e con l'Ascoli a trazione anteriore arriva al 65' il gol di Gigliotti di testa su calcio d'angolo battuto da Almici. Con il pareggio, l'Ascoli prende fiducia ed esce fuori la classe di Riccado Orsolini che prima al 75' compie un grande gesto tecnico colpendo di testa e costringendo Alfonso alla parata miracolosa e poi, sette minuti più tardi, si accentra in area e scaglia un fendente che costringe il portiere veneto ad un gesto atletico per mandare la palla in calcio d'angolo. All'86 l'Ascoli passa in vantaggio proprio con il gioiellino numero 11 che sfrutta al volo un cross di Gatto insaccando a due passi dal portiere Alfonso, incolpevole nonstante la grande prestazione di giornata.

La legge del Del Duca viene dunque ristabilita proprio in occasione dei festeggiamenti a Carlo Mazzone, presente in tribuna d'onore per ricevere gli omaggi di tutto lo stadio ad un giorno dal suo ottantesimo compleanno.

Tabellino

Ascoli – Cittadella 2-1
gol: 51' Litteri (c), 65' Gigliotti (a), 86' Orsolini (a)

Ascoli (4-4-2) Lanni; Almici, Augustyn (dal 22' Gigliotti) , Mengoni (dal 46' Mogos), Mignanelli; Gatto, Bianchi, Cassata, Felicioli (dal 63' Orsolini); Favilli, Cacia. Allenatore Aglietti
Cittadella (4-3-1-2) Alfonso; Valzania, Scaglia, Varnier, Benedetti; Bartolomei, Iori, Pedrelli; Chiaretti (dal 60' Paolucci); Litteri (dal 79' Kouame), Arrighini (dal 71' Schenetti). Allenatore Venturato

Ammoniti: Mengoni, Gigliotti, Orsolini per l'Ascoli; Scaglia, Bartolomei per il Cittadella
Espulsi: Iori (Cittadella) per doppia ammonizione

Riccardo Tarquini

Categoria: